Discussione:
Double face di immigrati
(troppo vecchio per rispondere)
pgm
2015-10-02 04:22:24 UTC
Permalink
Raw Message
Da un’inchiesta pubblicata domenica 27 settembre
sul quotidiano Die Welt e di cui parla di settimanale
cattolico Tempi, emerge che una delle cause delle
gigantesche migrazioni che si stanno verificando in
questi mesi dal mondo islamico, è l’odio di matrice
religiosa. Odio che però si trasferisce in Europa dal
momento che tra i profughi e i richiedenti asilo si
mescolano estremisti islamici, come da più parti
viene sottolineato. Die Welt fa sapere che ciò sta
accadendo anche in Germania, nei cui centri di
accoglienza fanatici musulmani rendono la vita ancora
più difficile e pericolosa a rifugiati cristiani.
Ne hanno insultati alcuni chiamandoli “kafirun”,
infedeli, se per esempio si rifiutavano di osservare
il Ramadan quest’estate, di pregare cinque volte al
giorno (accade soprattutto a chi ha lasciato l’islam),
sputano loro addosso e addirittura minacciano di
ucciderli, come accadeva nei Paesi d’origine. Capita
che gli addetti alla sicurezza dei centri d’accoglienza
siano musulmani, e non offrano alcun aiuto, per cui
i profughi cristiani preferiscono andarsene. La sharia,
la legge islamica, talvolta diventa legge in questi
luoghi e alcuni cristiani hanno denunciato che tra i
nuovi arrivati in Germania si nascondono uomini
dell’Isis, che gridano gli stessi slogan religiosi
usati dall’organizzazione prima di decapitare la gente.
E’ accaduto anche che scoppiassero risse tra musulmani,
cristiani e yazidi. Addirittura una famiglia cristiana
irachena, dopo insulti, violenze e truculente minacce,
ha preferito tornare a Mosul, ma essendo la città nelle mani del Califfato, queste persone sono partite alla
volta do Erbil, capitale del Kurdistan iracheno, al
che è al collasso per la presenza di profughi.
“Dobbiamo sbarazzarci dell’illusione che tutti quelli
che arrivano qui siano attivisti dei diritti umani”,
ha dichiarato Max Klingberg della International Society
for Human Rights, che da 15 anni si occupa dell’accoglienza
dei rifugiati in Germania. “Una parte non indifferente
dei nuovi arrivi vive una intensità religiosa di livello
paragonabile come minimo ai Fratelli Musulmani”, ha
riferito. Klingberg ha anche riferito di omicidi tra
musulmani (sunniti contro sciiti), “ma il peggio tocca
agli yazidi e ai cristiani”. La situazione è talmente
grave che la Germania sta pensando di separare i rifugiati
per appartenenza. E’ già successo, per ora solo in
Turingia, anche se la segregazione non è avvenuta
propriamente in base alle fedi religiose. Che fare in
questi casi? Certamente ci sono anche musulmani che
necessitano e meritano di essere accolti.
Marco O. dal quark bunga bunga
2015-10-02 05:55:34 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pgm
Che fare in
questi casi? Certamente ci sono anche musulmani che
necessitano e meritano di essere accolti.
Semplice, al primo atto di violenza o di fondamentalismo perdi lo status di rifugiato, e niente "menù islamico" nei campi, se vuoi vivere da musulmano c'è l'ISIS.

M.

Loading...